Euromanifestazione dei sindacati a Bruxelles : No all’Austerità, No al dumping Sociale.

Immagine“No all’austerità, no al dumping sociale”. Una nuova via per l’Europa. Una grande manifestazione organizzata dai sindacati europei ha invaso e bloccato le strade di Bruxelles fino ad arrivare nella zona delle istituzioni Ue. Circa 50 mila persone avrebbero, secondo gli organizzatori, preso parte alla protesta. Tra le sigle sindacali: la Confederazione Europea dei Sindacati (CES), il sindacato cristiano (CSC), la Federazione Generale del Lavoro in Belgio (FGTB) e CGSLB.

I sindacati chiedono l’instaurazione di un salario minimo europeo, una più forte sicurezza sociale, una fiscalità più giusta. Da un palco allestito all’entrata del parco del Cinquantenario nel cuore della zona europea, i leader dei sindacati hanno preso parola. <<Vogliamo investire per il futuro dell’Europa, la nostra Europa. Prima che sia troppo tardi, l’Europa deve prendere un’altra direzione>> ha dichiarato Bernadette Ségol, segretaria generale della CES che ha calcolato cinquanta mila militanti presenti oggi a Bruxelles.

Ségol ha sottolineato che la situazione dei giovani in Ue è peggiorata ancora << 7,5 milioni di ragazzi non lavorano, non proseguono negli studi o nella formazione. Numerosi tra quelli più istruiti e intraprendenti lasciano il loro Paese di origine per cercare lavoro altrove>>.

Tra i motti e gli striscioni dei manifestanti spiccano: “people, no profit” e “le misure di austerità equivalgono ad una povertà duratura”.

L’obiettivo di questa grande manifestazione europea è <<fornire una nuova strada da percorrere all’Europa senza austerità ma con forti investimenti per la crescita sostenibile e l’occupazione di qualità >>, ha dichiarato Emanuela Bonacina, addetto stampa del CES, che ha invitato i cittadini a votare il 25 maggio “per i candidati che cambieranno il modo in cui l’Unione europea viene governata.”

Non sono mancati tafferugli, lanci di petardi e fumogeni, secondo la televisione belga, alcuni portuali di Anversa avrebbero anche tentato di sfondare una delle barriere della polizia nella zona istituzionale vicino al Parco del Cinquantenario, con lancio di pietre, oggetti, spazzatura, arance contro le forze dell’ordine. La polizia ha reagito con idranti e lacrimogeni .

Irene Giuntella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...